Droghe, Ferrero: liberalizzazione leggere e legalizzalizione pesanti

«L’ultima fesseria, in ordine di tempo, detta da Salvini, è quella sulla chiusura dei negozi che vendono la cannabis legale. Ovviamente Zingaretti si è subito premurato di precisare che lui è sempre stato contrario alla legalizzazione della cannabis. Ovviamente le mafie ringraziano Salvini e Zingaretti perché le politiche proibizioniste sono una vera manna per chi gestisce il traffico illegale degli stupefacenti. Al contrario di Lega e Pd, penso sia necessario liberalizzare le droghe leggere e legalizzare quelle pesanti». Lo dichiara Paolo Ferrero de La Sinistra.

«Si tratta – spiega Ferrero – di misure che distruggerebbero il traffico illegale di stupefacenti, ridurrebbero la microcriminalità, permetterebbero ai tossicodipendenti di uscire dalla marginalità e di essere presi in carico come essere umani e garantirebbero a milioni di persone di farsi una canna in santa pace, senza il rischio di essere ricattati o finire in galera perché hanno una pianta sul balcone»

Menu